Riflessioni e pensieri della Comunità... 

Se vi fa piacere condividere qualche pensiero personale, una riflessione, una poesia o una preghiera, potete inviarla per la sua pubblicazione nel sito all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

romasp

Son venuto in mezzo a tanti
con curiosità
e un po’ di fede
nella grande piazza
a cercare Francesco
in questo giorno della Porta Santa
e sentire il suo cuore
vibrare per la Misericordia
con a lato gli occhi ancor vivi
dell’ormai stanco Benedetto…
…E soavi canti di giubilo
corrono per l’aria un po’ grigia
quasi di paura
ad allontanare timori
creati a rovinare l’evento,,,

…E il mio pensiero
se ne torna indietro
all’Anno Duemila di gennaio
a ricordare Karol venuto dall’Est
come vento di novità
a scuotermi il cuore
assopito nel tempo
con altro Giubileo di fine millennio…

…E stamattina sono qui
confuso tra la gente
quasi in disparte
staccato dagli amici come per forza
con la mente immersa nel canto
e lo spirito in braccio
a parole di Misericordia…

…E la pioggia leggera del mattino
intanto se ne va lentamente
al timido saluto
di un pallido sole.

Gino Colpo

1302172110

Già al mattino presto
scendi dal letto
con il piede sbagliato
e la tua giornata
si presenta subito in salita…
…Non mollare!
Ti ritrovi nei pensieri più tristi

a ricordare momenti felici
che non possono più tornare…
…Non mollare!
Ti è facile perderti d’animo

per aver perso gli amici
quando non sei più servito
a farli divertire per i loro capricci…
…Non mollare!
In certi momenti ti sembra

di non essere capito,
per ogni cosa che fai,
dalle persone che ti vogliono bene…
…Non mollare!
Ti guardi attorno

e vedi che non va bene niente,
ti dai da fare come dannato
e nessun risultato immediato…
…Non mollare!
E ti viene grande

la voglia di lasciar perdere
pensando all’amore della tua vita,
con il quale hai condiviso
sempre gioie e dolori,
che se n’è andato lassù
Angelo tra gli Angeli…
…Non mollare!

…Leva nel tuo buio
lo sguardo al Cielo…
…C’è una Stella che brilla per te.
Ma non mollare mai…!

Gino Colpo

erem

“Scusi, vado bene per di qua
per l’Eremo delle Carceri?”
“Sì, ce so’ de scorciatoie, ma…”

…E diretto alla ‘Porta Cappuccina’
sono a piedi per nuova strada
non conosciuta
a salire sopra Assisi
come pellegrino verso l’Eremo
famoso Carcere di Francesco
tra pellegrini che passano avanti
ad altri rimasti più lenti…
…e tra un Padre Nostro e un’ Ave Maria
col pensiero fisso alla meta
a interrompere il ‘Sia Gloria’
l’improvviso saluto di un cane-lupo
come a dire: stattene a casa…

…”Buongiorno…Buongiorno…”
“Ein foto?...Bitte…vielen Dank.”
…e con passi giusti
e l’aria fresca
con tre pellegrini di Germania
a camminare con lo sguardo a terra
e lontano la nebbia sulla pianura
a coprire i colori di Giugno
immagini sfocate
di lontani borghi antichi…

…E nel silenzio
rincorrere vecchi ricordi
di altre salite con te per mano
e gocce di sudore
a rigare il viso
e allontanare invano
noiose mosche attaccate ai polsi
quasi ad entrare nelle narici…

…Ed ecco l’Eremo delle Carceri
antica oasi di pace
a respirare lo spirito di Francesco
nel silenzio
musicato con gioia da queruli uccelli
e una serenità piena
come a stordire la mente.

E qualcuno a suggerire piano:
‘Stai in silenzio…e ascolta…
…c’è Dio che ti parla,
ma a bassa voce…’

Gino Colpo

Tramontoneve

Percorro in auto una strada di montagna per raggiunger la città. Sta per calare il sole. Davanti a me montagne innevate sembrano enormi cristalli che riflettono bagliori tutti intorno. E’ un incanto! Rapita da tanta bellezza, stasera si presenta ai miei occhi stupiti un tramonto mai visto né immaginato. Colori forti stesi sull’azzurro del cielo che vanno dal giallo al rosso acceso che, raggiunto il grigio delle nubi, forma una tonalità di colore a cui non saprei dare un nome. Mi balzano alla mente i grandi paesaggi del ‘700, ma vi trovo, in quanto mi appare, qualcosa in più. Tutto è eccezionale nella sua bellezza e subito dal mio cuore si innalza al Creatore un inno di lode e di ringraziamento per aver donato all’uomo tante meraviglie. Gustiamole fin che possiamo!!! E poi un giorno andremo ad immergerci nella bellezza del loro Artista. Allora sarà stupore eterno e con il grande Isacco Newton possiamo anche noi dire “bisogna essere ciechi per non restare estasiati di fronte a questo spettacolo, sciocchi per non riconoscere l’Autore, pazzi per non adorarlo”.

A.V. Parrocchiana di San Pio X

portici

E’ tregua oggi in cielo
tra tuoni e fulmini
e secchi d’acqua sulla terra
e l’aria ancor tiepida
gradevole
accompagna passi veloci
a salire al Monte
non più sulle ‘Scalette’ ferite.
E sotto i ‘Portici’
con animo leggero
a contar le Ave Marie
tra un Padre e un Gloria
e di tanto in tanto
un pensiero alla Madre Celeste
per un aiuto a persone amiche…

…Il respiro di un attimo
per un ‘Segno di Croce’ al Cristo
quasi di fretta
a non perder troppo tempo
a spezzare il rosario
e alzare gli occhi
nella nebbia lungo i portici
a vederne la fine…

…E tra i banchi di chiesa
forse voluta
e non cercata
la benedizione solenne
a fin di messa quasi clandestina
per ogni pellegrino
salito al Monte.

E di nuovo a scendere
veloce sotto i ‘Portici’
non più sulle ‘Scalette’ ferite
nella tregua firmata
da tuoni e fulmini e secchi d’acqua.

Gino Colpo

danzalenta

Hai mai guardato i bambini in un girotondo?
O ascoltato il rumore della pioggia
quando cade a terra?
O seguito mai lo svolazzare
Irregolare di una farfalla?
O osservato il sole
allo svanire della notte?

Faresti meglio a rallentare.
Non danzare così veloce.
Il tempo è breve.
La musica non durerà.

Percorri ogni giorno in volo?
Quando dici “Come stai?”
ascolti la risposta?
Quando la giornata è finita
ti siedi sul tuo letto
con centinaia di questioni successive
che ti passano per la testa?

Faresti meglio a rallentare.
Non danzare così veloce.
Il tempo è breve.
La musica non durerà.